Prenota ora

Giardini della minerva Salerno

Il giardino si sviluppa a ridosso delle mura occidentali della città medioevale lungo il corso del torrente Fusandola. Gli orti risultano di proprietà della famiglia Silvatico fin dal XII secolo, ma è nel 1300 che il maestro della scuola medica Matteo Silvatico vi istituisce un giardino dei semplici. Da quanto si riferisce nell’Opus Pandectarum Medicinae del Silvatico, nell’orto furono piantate numerose piante di ogni provenienza per classificarle e studiarne le proprietà terapeutiche. Del terreno non si hanno più notizie fino al XVII secolo, quando fu acquistato e adibito a giardino di una residenza nobiliare. Nel dopoguerra l’ultimo proprietario lo donò all’Asilo di Mendicità e quindi, da questa istituzione benefica, passò al comune di Salerno. Nel 1991 fu presentato un progetto per un orto botanico dedicato al giardino del Silvatico, progetto che fu realizzato nel 2001 dall’amministrazione comunale con i fondi del progetto “Urban”.

IL B&B

Il nome di questo B&B è un omaggio ad Adelberga, principessa longobarda,figlia di Ansa e Desiderio,re dei Longobardi. Fu sposa di Arechi II, con il quale Desiderio combinò un matrimonio strategico per assicurare il suo potere in Italia. Desiderio stesso lo proclamò Duca di Benevento nel 758. Il BeB Adelberga è situato nel centro storico di Salerno in uno dei rioni più antichi della città.

SALERNO

La leggenda sulla fondazione di Salerno narra di un gruppo di Maestri, che, dopo un lungo e spossante peregrinare in cerca di una terra da amare, finalmente la trovarono e vi posero la loro dimora. E dopo avervi dimorato appena due anni, interpretando la scienza d'Ippocrate e volgarizzando a molti discepoli la scarsa scienza della medicina...

I SERVIZI

  • wifi gratuito
  • colazione inclusa
  • tv digitale in camera
  • camere climatizzate
Prenota ora